Drum Therapeia

Questa disciplina, attinge ad un sistema di conoscenze che vanno dal contatto con le forze elementali , alla moderna ricarca sugli stati di coscienza; dai canti, mantras e danze delle diverse forze naturali, al silenzio della meditazione.
La Drum Therapeia integra la Piscologia occidentale con le tradizioni arcaiche, tradizioni in cui l’unità fondamentale del Creato è espressa dagli Orixas.
Gli Orixas, e forze elementali della natura, le forze che reggono il mondo non  sono altra che una manifestazione dell’esistenza.
Ogni Orixà rappresenta particolari caratteristiche del comportamento umano, particolari attitudini e potenzialità.
Dal punto di vista psicologico gli Orixas possono essere considerati le forze archetipiche che caratterizzano le diverse strutture della personalità.
La Drum Therapeia si prefigge di conoscere queste forze simboleggiate dagli Orixas, di sperimentarle, impare a viverle senza essere travolti o condotti, imparare a condurle per poi trasformarle in qualcosa d’altro:
cura per i nostri disagi sia fisici che psichici, risorse per la nostra vita , risorse per la nostra creatività ed evoluzione spirituale.
La moderna Psicologia Transpersonale ha compreso che l’uomo oltre che adeguarsi alla realtà, può anche evolvere trasformandola.
Un percorso di Drum Therapeia è indicato per chiunque voglia compiere un viaggio di conoscenza verso la propria natura più vera.Un percorso di Drum Therapeia è prima di tutto un viaggio che accompagna l’individuo verso se stesso, fornendogli opportunità e strumenti per cambiare e gestire il cambiamento.
La Drum Theapeia é  per  :
* Chiunque si senta ricco dentro e non sappia attingere a questa ricchezza;
* Chiunque sia sopraffatto dalla sua eccessiva sensibilità e non sappia cosa fare;
* Chiunque voglia imparare a sviluppare e gestire la propria ipersensibilità e i propri talenti nascosti.

Le serate si svolgono l’ultimo Giovedì del mese alle ore 21:00

Franco Castellaccio

Si avvicina al mondo orientale attraverso la pratica delle arti marziali.
Studia Tai-Chi, Kobudo, Aikido ed in particolare Karate praticato per ventiquattro anni di cui dodici come insegnante.
Da oltre 30 anni pratica lo Shiatsu che studia prima in corsi amatoriali, poi con l’Accademia Italiana Shiatsu-Do. Qui si diploma con la supervisione di Mario Vatrini ( allievo diretto del M. Masunaga a Tokio ) e di cui sarà in seguito anche assistente.
Dopo il diploma, bruciando velocemente le tappe come assistente, diventa istruttore.
Fonda a Rimini la Sede locale dell’Accademia Italiana Shiatsu-Do di cui rimane responsabile ed insegnante per dieci anni.
Fortifica il suo bagaglio culturale partecipando ad altre esperienze e corsi con grandi maestri come Yuji Yahiro, Kazunori Sasaky, Matsuko Namikoshi, Kensen Saito, Sigeru Onoda,Mario Vatrini, Franco Bottalo, Elisabeth Rochat De La Vallée.
Nell’ambito dell’Associazione di Volontariato Shiatsu-Do, partecipa al progetto Shiatsu a Cuba, insegnando shiatsu all’Università dell’Avana.
La ricchezza di nuove conoscenze, nonché l’approfondimento degli studi, lo portano a fondare una nuova Scuola di Shiatsu “ La Porta dello Shen “ ( Centro Studi Shiatsu e Discipline Olistiche ) di cui è anche docente e Direttore Didattico.
Arricchisce inoltre lo shiatsu con lo studio e la pratica della Moxa, del Bilanciamento Cranio-Sacrale, della Coppettazione e del Bendaggio elastico che insegna nella sua ed in altre Scuole
Contemporaneamente allo Shiatsu, dopo gli studi di Psicologia all’Università di Padova, intraprende la formazione in Biotransenergetica ( Scuola di Counseling e di specializzazione in Psicoterapia, riconosciuta dal MIUR ) diventando Counselor Transpersonale.
Conduce seminari di evoluzione e crescita personale e sessioni individuali.
Ha anche studiato Cristalloterapia, Massaggio Matamorfico, Sblocco articolare, Merkaba, Fiori di Bach, Stimolazione Neurale, Reiki.
E’ Presidente del C.O.S. ( Coordinamento Operatori Shiatsu ) a cui è aderente la propria Scuola
Già membro del Consiglio Direttivo di A.S.S.I. ( Associazione Scuole Shiatsu Italiane ), a cui è associata la propria Scuola, con l’incarico di responsabile per l’ingresso di nuove Scuole in ASSI
Già membro del direttivo della IAS ( Interassociazione Arti per la Salute ).